Adidas Yung 96

Sconto Adidas Yung 96 - Enormi sconti in vendita online. Spedizione gratuita e nessuna imposta sulle vendite.

Guo Pei è di Pechino, dove è nata nel 1967, ed è cresciuta nei primi anni della sua infanzia nella Cina di Mao Tse-tung, quando tutti indossavano solamente divise e non c’era molto spazio per la moda, Imparò a cucire a due anni, aiutando la mamma a sistemare i vestiti per la famiglia, adidas yung 96 Ha detto di essere sempre stata creativa: andava a scuola con i vestiti usati della mamma, che cercava di rendere più alla moda, e la maestra la accusava di essere “una capitalista”, Nel 1982 riuscì a entrare nella prima scuola di moda del paese e subito dopo il diploma trovò lavoro in una fabbrica di abiti, grazie al periodo economico positivo che il paese stava attraversando. Nel 1997 decise di lasciare la fabbrica e mettersi in proprio, aprendo il suo atelier, Spesso l’industria della moda cinese viene accusata di essere più forte nella produzione di grandi quantità di abiti e meno nell’aspetto creativo, ma Guo Pei ha spiegato che il lavoro nell’industria tessile le è servito molto per imparare le tecniche che le servono oggi per realizzare le sue idee..

I suoi abiti sono spesso opulenti e richiamano molto lo stile degli abiti tradizionali cinesi, anche se Pei ha detto di ispirarsi a quello che vede in giro per il mondo, Propone vestiti molto elaborati e pieni di ricami, che produce nel suo lussuoso laboratorio in una zona industriale di Pechino, Tutti gli abiti sono fatti a mano, ogni anno produce tra i 3mila e i 4mila pezzi, Un vestito di Guo Pei può costare tra i 68mila e 274mila euro; recentemente ha aperto la linea dedicata alla sposa, dove si possono trovare anche vestiti meno costosi, dai 7mila ai 15 mila adidas yung 96 dollari, Il suo abito più famoso occupa un’intera stanza: è stato cucito con filo in oro e per realizzarlo ci sono volute 50 mila ore di lavoro, Per crearlo si è ispirata alle divise indossate da Napoleone Bonaparte e la critica lo considera come il punto di partenza della haute couture cinese..

La stilista è stata però anche accusata di fare abiti troppo tradizionali. Qualche anno fa la magnate cinese Hung Huang (che ha interessi nella moda, ma anche nell’editoria e nelle comunicazioni) ha detto che Guo Pei crea una «couture politicamente corretta» che soddisfa soprattutto le mogli dei funzionari del governo, In sua difesa la direttrice di Vogue China, Angelica Cheung, ha detto che Pei sta facendo un ottimo lavoro per l’artigianato cinese e che, anche se come lei ci sono tanti altri designer cinesi che adidas yung 96 fanno le cose a mano e bene, i suoi lavori «catturano l’essenza della couture e spero che i giovani designer prendano ispirazione dalla bellezza dei suoi lavori per creare i propri linguaggi moderni»..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo. E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

L'Economist spiega il grande successo della società italiana di cosmetici, che sta spingendo i concorrenti a cambiare piani e progetti È morta domenica a 90 anni, è adidas yung 96 stata una delle più importanti e famose stiliste e imprenditrici italiane Ha solo 20 anni ed è già una delle modelle più famose e pagate al mondo, anche grazie al fatto di presentarsi sempre come una ragazza-della-porta-accanto e di conoscere molto bene i social network.

Il 23 novembre, agli ultimi British Fashion Awards, i premi inglesi della moda, è stato premiato il nord-irlandese Jonathan Anderson, che ha vinto come miglior stilista sia nella categoria dedicata all’abbigliamento femminile, che in quella per l’abbigliamento maschile. È la prima volta nella storia del concorso che uno stilista vince entrambi i premi contemporaneamente e per questo motivo nelle settimane successive i giornali ne hanno parlato molto, ricostruendo la storia della sua carriera.

Anderson si occupa delle collezioni di due marchi – il suo e adidas yung 96 lo spagnolo Loewe – ed è uno degli stilisti più promettenti degli ultimi anni, Jonathan Anderson ha 31 anni, viene dall’Irlanda del Nord e si è laureato al London College of Fashion nel 2005, Nel 2008 ha fondato il marchio J.W, Anderson, iniziando con una collezione di soli accessori per uomo, presentata durante la settimana della moda di Londra, La collezione è andata bene e nel 2010 ha proposto la prima collezione femminile, sempre a Londra, dove sfila tutt’ora con il suo marchio, Negli ultimi anni si è parlato molto di lui, perché in poco tempo è cresciuto parecchio ed è apprezzato sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori, e soprattutto dalla critica..

Oggi J.W, Anderson è considerato uno dei marchi più innovativi e progressisti della moda britannica e lo stilista in passato aveva già vinto ai British Fashion Awards: nel 2012 come talento emergente nel prêt-à-porter; nel 2013 nella categoria New Establishment Award e l’anno scorso come miglior stilista maschile, J.W, Anderson è conosciuto soprattutto per il suo approccio unisex alla moda, come ha scritto il Financial Times, Le sue collezioni femminili e maschili si somigliano molto e sono abiti portabili da entrambi, Alcuni giornalisti ipotizzano che sia questo il motivo per cui abbia vinto entrambi i premi, battendo nella sezione femminile candidati come Victoria Beckham e Christopher Kane e in quella maschile Tom Ford adidas yung 96 e il marchio E Tautz..



Messaggi Recenti